La Compagnia

Siria Lentini

Muove letteralmente i suoi primi passi nel mondo dello spettacolo a sei mesi, come testimonial di spot televisivi tra cui “Baby Shampoo Johnson”, omogeneizzati “Gerber”, camomilla “Sogni d’oro”, “Pellicole “Kodak”. Crescendo prende parte a trasmissioni televisive come “Pane e Marmellata” e “Piccoli Fans”. A sei anni viene realizzato dalla regista Silvia del Papa un documentario su di lei dal titolo ” E’ nata una stella” per la R.A.I. Nel corso degli anni sono innumerevoli le partecipazioni a Film e Fictions nazionali ed internazionali Come la serie “Tir-Due Assi per un turbo” per la regia di Giovanni Fago. Si diploma prima come “Dirigente di Comunità ” e poi anche alla Scuola Internazionale di recitazione e regia Clesis Arte per laurearsi infine in Arti e Scienze dello Spettacolo all’Università Sapienza di Roma e conseguire poi la qualifica di Project Manager per la produzione di audiovisivi in cross-media. Si perfeziona nel canto al “Roma Jazz’s Cool”, corso di alto perfezionamento canto jazz tenuto da Nancy King, e nel doppiaggio al corso tenuto da C.Iansante e R.Pericini. E’ presente in fictions tv Mediaset: “Furore”. Regia di Alessio Inturri. Ruolo della proprietaria del salone acconciature. “ Il peccato e la vergogna 2”. Regia di Alessio Inturri. Ruolo della Locandiera. “Pupetta Maresca”. Regia di Luciao Odorisio. Ruolo della Secondina. “Viso d’angelo”. Regia di Eros Puglielli. Ruolo della Poliziotta. “Caldo Criminale”. Regia di Eros Puglielli. Ruolo della Mamma. Terza serie Rai 1 “Capri”. Regia di Dario Acocella. Ruolo della Guardia carceraria, prima puntata. In film per il cinema:“6 giorni sulla terra” – “6 days on earth” regia di Varo Venturi. Ruolo della Dottoressa Longo.“No Problem” regia di Vincenzo Salemme, nel ruolo della Giornalista. “Tutta la vita davanti” regia di Paolo Virzì, nel ruolo di Chiara. “Marito e Moglie” regia Simone Godano, ruolo dell’ infermiera capo reparto.

Spettacoli teatrali: “La Casa di Bernarda Alba” di F.G.Lorca. Regia di Emanuela Petroni. Ruolo della protagonista Bernarda. Carnevale di Venezia, “La battaglia fra il Carnevale e la Quaresima”. Ruolo della Quaresima con la Compagnia dei Folli per la regia di Alessandro Bressanello. Carnevale di Venezia, S.Marco spettacolo di Commedia dell’Arte “Salti e Lazzi”. Ruolo di Beatrice con la compagnia Balagan. Vincitrice del Premio “Miglior Gruppo” al Terzo Festival Internezionale delle scuole di teatro di Varsavia con lo spettacolo di Commedia dell’Arte “Il Finto Marito”di Flaminio Scala. Regia di Claudio de Maglio, nel doppio ruolo del Protagonista Cornelio / Franceschina. Organizzatrice generale della compagnia “Gli Scalzi” dell’ Università di Roma “Sapienza”. “Le Serve” di Jean Genet. Regia di Gianni de Feo. Ruolo di Solange. Spot e programmi televisivi :  HSE 24 Italia teleshopping. Expert settore Crea e Decora. Spot‐ Campagna Nazionale “CONAI”. Regia di Alessandro D’Alatri. Ruolo della Mamma. 1997/2001 Trasmissione Italia 1 “Sarabanda”. Regia di Giuliana Baroncelli. Coro e telepromozioni. 1995/1997 Trasmissioni Rai 1 “Domenica In” e “ In Famiglia”. Regia di Michele Guardì.

Come Regista ed autrice, vince il concorso obiettivi sul lavoro come Miglior documentario 2008 con “Precariamente” e viene premiata da Carlo Lizzani. Vince il premio al “Festival di Varsavia” con la Compagnia degli Scalzi di cui è attrice ed organizzatrice generale.

Dalla vulcanica creatività e brama di conoscenza continua ad approfondire ogni sfumatura dell’essere un’artista, sempre affamata e proiettata al divenire.

Fra i suoi Maestri: Carlo Merlo, Bianca Toccafondi, Gianfranco Migliorelli, Ferruccio Marotti, Walter Murch, Michael Margotta, Cathy Marchand, Bruce Myers, Abani Biswas, Enrique Vargas, Claudio De Maglio, Carlo Boso, Claudia Contin, Carlo Quartucci, Carla Tatò, Angelica Ippolito, Roberto Pedicini, Cristian Iansante e Nancy King.

Attrice, cantante, autrice e regista pluripremiata ha dato vita a questo nuovo progetto del Teatro dell’Arte Italiana che rappresenta tutto ciò in cui crede ardentemente.

 

Massimo Avella

Pugliese di origine, nordico nell’aspetto mescola nel suo volto i tratti algidi di antenati normanni al temperamento sanguigno del meridione italiano. Sin da giovanissimo dimostra una forte passione per la recitazione che lo spingerà a frequentare le prime scuole di teatro a Bari, sua città natale. Il suo talento non tarda a farsi notare, e appena sedicenne inizia a lavorare nelle compagnie di Angela Cardanobile e Francesco Carofiglio, suoi primi docenti di recitazione. A Roma si diploma presso la scuola Teatro Azione di Isabella del Bianco e Cristiano Censi. Affronta pressocchè ogni genere teatrale vestendo ruoli da protagonista o antagonista in Shakespeare, Ionesco, Jenet, Pinter, e molti altri autori classici e contemporanei, diretto tra gli altri da Cristiano Censi, Gianni De Feo, Giancarlo Fares, Ivan Stefanutti. Approfondisce il metodo Strasberg con Michael Margotta e la Biomeccanica con G.Fares; studia ancora con Kathy Marchand (Living Theatre), con Angelica Ippolito (E. De Filippo) Aurelio Grimaldi e molti altri. Si laurea a pieni voti in Regia Digitale presso La Sapienza e non tarda a cimentarsi alla regia, sia per il teatro che per corti e mediometraggi. Sono numerose le sue esperienze televisive: recita in Carabinieri 6 come protagonista di puntata nel ruolo di Alberto diretto da Sergio Martino; in Un posto al sole è protagonista della puntata evento n.2500 in coppia con Dario Vergassola, nel divertente ruolo degli angeli custodi, e nel film tv The african game di Michael E.Lemick girato in inglese, interpreta il ruolo di Mark, intraprendente hacker al fianco di Luca Ward. E’ inoltre presente in numerose fiction dove, anche in brevi ruoli, la sua interpretazione risulta intensa e sempre convincente: simpatico farmacista in Anna e i cinque di Monica Vullo, sfrontato attaccabrighe sospettato di rapimento in Don Matteo 6 di Fabrizio Costa, principe snob ed irascibile in Vita da paparazzo di Pingitore, belloccio triestino in cerca di donne in Fidati di me di Gianni Lepre. Ha una partecipazione anche nel film tv Era mio Fratello di Claudio Boniventoe nelle sit-com Colpi di sole e Cotti e mangiati. Per il cinema lo vediamo in un cammeo ne Il fuoco e la cenere di Francesco Maselli. In Sleeples di maddalena De Panfilis è Antonio, strampalato studente fuori sede, e ne L’uomo del grano di Giancarlo Baudena, è tra i protagonisti nel ruolo di Bernardino Giovannelli, famoso genetista degli anni 40. Una carriera tutta in ascesa quella di Massimo Avella.